Nella sezione Amministrazione trasparente - Bandi PAL - sono state aggiornate le FAQ relative all'operazione 6.4.c

Gent.ma/o Operatrice/ore turistica/o,

Il Gal Isc Madonie – anche quest’anno - intende facilitare la partecipazione delle aziende turistiche extralberghiere operanti nel territorio del Gal all’edizione 2019 della BTE – Borsa Turismo Extralberghiero – che si svolgerà l'08 novembre 2019 presso Villa Cattolica a Bagheria.

Per tale ragione, abbiamo stipulato una Convenzione con la Confesercenti Palermo. 

Ti invitiamo ad attenzionare l'Avviso allegato.

Il GAL ISC MADONIE intende partecipare, con un proprio stand, al primo SALONE DELL’ENOGASTRONOMIA “MEDITERRARIA - I percorsi del gusto” che si svolgerà dal 7 al 9 Dicembre 2019 presso la Fiera di Catania - Le Ciminiere.

Gli operatori interessati dovranno manifestare la propria volontà di partecipazione trasmettendo via PEC, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la domanda di partecipazione allegata dettagliatamente compilata, entro il 7 ottobre 2019 al fine di consentire al Gal Isc Madonie di definire in maniera adeguata gli aspetti logistici (dimensioni dello spazio espositivo) e non.

Allegati:

  • Avviso
  • A e B

Si informa che sono in corso le iscrizioni per la partecipazione alla selezione finalizzata all'ammissione al percorso formativo post diploma dell'I.T.S. relativo al biennio 2019-2021 per TECNICO  SUPERIORE RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO‐ALIMENTARI E AGROINDUSTRIALI.

Per la partecipazione alla selezione è possibile prendere visione dell’Avviso pubblico sui siti itsmadonie.itmadonieareainterna.itunionemadonie.it ed al link https://itsmadonie.it/2019/06/13/inizio-attivita/ ed inviare il modulo di partecipazione, allegato all’avviso e comprensivo di tutti i documenti richiesti, entro e non oltre le ore 24,00 del 05 ottobre 2019.
Per richiesta di chiarimenti scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Piano del Cibo e Mense scolastiche

Avviso Pubblico Costituzione Albo dei Produttori agricoli, dei Trasformatori e dei Commercianti di prodotti agroalimentari madoniti

Si chiama Voucher Innovation Manager ed è il contributo a fondo perduto introdotto dalla Manovra2019 per l’acquisto di prestazioni consulenziali finalizzate a sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale.

Il decreto del 7 maggio 2019, recante le disposizioni applicative del voucher, è approdato in Gazzetta ufficiale. 

 

Chi è l’Innovation Manager

Si tratta di una figura decisiva, soprattutto nell’ambito del Piano Impresa 4.0, per le aziende che vogliono accelerare i propri processi di innovazione e trasformazione digitale.

Il manager dell’innovazione è dunque un professionista che si occupa di favorire processi di digitalizzazione e riorganizzazione aziendale e per sviluppare competenze, sul piano tecnico e manageriale, in grado di consentire la gestione dei profili di complessità organizzativa e produttiva che impone la trasformazione tecnologica.

 

Come funziona il Voucher Innovation Manager

Partiamo dalle cifre: la Manovra destina 25 milioni di euro per il 2019, il 2020 e il 2021 a questa misura. Quindi, 75 milioni in tutto.

Il decreto fissa i requisiti per accedere al voucher. Il contributo è rivolto alle PMI e alle reti di imprese che hanno assunto risorse manageriali per favorire processi di digitalizzazione, l’Innovation Manager appunto. ll contratto di rete dovrebbe prevedere un minimo di tre imprese.

Il voucher è diversificato in base alla tipologia di impresa che ne fa richiesta:

  • per le micro e piccole imprese il contributo è pari al 50% dei costi sostenuti ed entro il limite massimo di 40mila euro,
  • per le medie imprese è del 30% entro il limite massimo di 25mila euro,
  • nel caso dei contratti di rete il voucher è del 50% entro il limite massimo di 80mila euro.

Le spese ammissibili al contributo devono essere sostenute a titolo di compenso per le prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell’impresa o della rete.

Spese che devono indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale attraverso l’applicazione di una o più delle seguenti tecnologie abilitanti:

  • a) big data e analisi dei dati;
  • b) cloud, fog e quantum computing;
  • c) cyber security;
  • d) integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  • e) simulazione e sistemi cyberfisici;
  • f) prototipazione rapida;
  • g) sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  • h) robotica avanzata e collaborativa;
  • i) interfaccia uomo-macchina;
  • l) manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  • m) internet delle cose e delle macchine;
  • n) integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • o) programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (il cosiddetto "branding") e sviluppo commerciale verso mercati;
  • p) programmi di open innovation.

Il Credito di imposta verrà riconosciuto nella misra del 30% - fino ad un massimo di 60 mila euro - per:

  • le spese di partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore che si svolgono in Italia o all'estero, relativamente alle spese per l'affitto degli spazi espositivi;
  • l'allestimento degli spazi espositivi;
  • le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione.

L'incentivo, ripartito in tre quote annuali di pari importo, sarà riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo stanziato dalla legge di conversione, che è pari a 5 milioni di euro per il 2020.

In particolare il credito d'imposta sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione (ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo n. 241 del 9 luglio 1997) e nel rispetto del regime de minimis.

Con successivo provvedimento il Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle finanze, approverà le disposizioni attuative della misura che, oltre all’elenco delle fiere internazionali per cui sarà ammesso il credito, riguarderanno anche le tipologie di spese ammesse e le procedure per l’ammissione al beneficio.

Al via le domande per ottenere i finanziamenti a tasso agevolato del bando Ismea da 100 milioni di euro a sostegno degli investimenti delle imprese del settore agricolo e agroalimentare.

L’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (Ismea) lancia un bando per incentivare i progetti di investimento delle imprese che operano nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli su tutto il territorio nazionale.

A disposizione ci sono 100 milioni di euro per la concessione di mutui a tasso di interesse agevolato e con durata fino a 15 anni, di cui fino a cinque anni di preammortamento, di importo fino al 100% delle spese ammissibili.

Gli interventi finanziabili, di valore compreso tra 2 milioni e 20 milioni di euro, possono riguardare una o più unità produttive relative ad uno stesso soggetto beneficiario e devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.

I beneficiari del bando sono:

  • società di capitali, anche in forma cooperativa, che operano nella produzione agricolaprimaria, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli compresi nell’Allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea;
  • società di capitali, anche in forma cooperativa, che operano nella produzione di beni prodotti nell’ambito delle relative attività agricole;
  • società di capitali partecipate almeno al 51% da imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute, o cooperative i cui soci siano in maggioranza imprenditori agricoli, che operano nella distribuzione e nellalogistica, anche su piattaforma informatica, dei prodotti agricoli compresi nell’Allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

 

Le domande possono essere presentate in via telematica tramite il portale dedicato di Ismea fino alle ore 12,00 del 20 maggio 2019.

I finanziamenti sono erogati per stato di avanzamento lavori (SAL), subordinatamente all'effettiva realizzazione della corrispondente parte degli interventi ritenuti ammissibili. I SAL possono essere fino a un massimo di cinque, ciascuno di importo non inferiore al 10% e non superiore al 50% del valore dell’investimento da realizzare.

Il nuovo portale del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive è attivo a partire da oggi, 21 febbraio, fino al 21 marzo 2019. Il Click day, invece, è previsto per il 3 aprile 2019.  

Il Tax credit Alberghi

Il bonus fiscale, introdotto dal decreto-legge n. 83 del 2014 e poi modificato dalla legge di Bilancio 2017 e dalla manovra 2018, ha l'obiettivo di sostenere gli investimenti delle imprese alberghiere e degli agriturismi esistenti alla data del 1° gennaio 2012.

Nello specifico, il credito di imposta copre il 65% delle spese relative a:

  • interventi di ristrutturazione edilizia;
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • interventi di incremento dell'efficienza energetica;
  • adozione di misure antisismiche;
  • spese per l'acquisto di mobili e componenti d'arredodestinati esclusivamente alle strutture oggetto degli interventi, comprese le attrezzature professionali per la ristorazione e le strumentazioni per la realizzazione di centri benessere all'interno delle strutture ricettive.

Il bonus è concesso fino all’importo massimo di 200mila euro nel biennio di riferimento e non è cumulabile, in relazione alle stesse spese, con altre agevolazioni di natura fiscale.

Le istanze possono essere compilate attraverso il Portale dei procedimenti a partire dalle ore 10:00 del 21 febbraio 2019 alle ore 16:00 del 21 marzo 2019. Il Click day, invece, è previsto dalle ore 10:00 del 3 aprile 2019 alle ore 16:00 del 4 aprile 2019.

Le risorse saranno attribuite secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, fino all'esaurimento dei fondi disponibili, che per il 2019 ammontano a 120 milioni di euro.

Il credito di imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo nel quale è concesso e deve essere fruito esclusivamente in compensazione in due quote annuali di pari importo a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati.

Per informazioni è attiva l'e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Contatti

Sede Legale: Piazzale Miserendino, Casa Comunale
90020 Castellana Sicula (PA)

Sede Operativa: Viale Risorgimento 13b
90020 Castellana Sicula
 (PA)
Tel: 0921562309 
Email: galiscmadonie@gmail.com
PEC galiscmadonie@pec.it 
Website: www.madoniegal.it